Cercare un lavoro. Trovare un lavoro. Avere un mestiere. Fare un mestiere. Sono temi di scottante attualità. In questa terra in realtà, salvo la lunga e fortunata parentesi del boom economico, hanno sempre rappresentato un’urgenza, un tratto che ne ha definito il pesaggio e, nella lunga stagione dell’emigrazione friulana, cui quest’area ha pagato un pesante contributo in termini numerici, le caratteristiche demografiche.

A partire dal tema del lavoro, fortemente identitario e centrale per i friulani, riflettere sui mestieri del passato, sulle scelte che hanno comportato (restare o partire?), sui fortissimi legami con le caratteristiche fisiche del territorio (i sassi, il legno, l’acqua), sui ruoli maschili e femminili, rappresenta un’occasione imperdibile per ripensare e interpretare il nostro oggi, la nostra identità in un momento storico in cui da terra di migranti il Friuli è terra che accoglie migranti, le connessioni tra occupazione e spazio geografico, le prospettive future di sviluppo.